Archivi tag: paolo rebellato

AFFIDARE LE VOSTRE CANZONI A UN PRODUTTORE – INTERVISTA A PAOLO REBELLATO (MOONLIKE PRODUCTIONS)

“L’arte è qualcosa di personale, non ci sono regole esatte, bisogna solo trovare una strada o un percorso da inseguire per accrescere se stessi.

Perché l’arte è questo, la continua ricerca di sé, attraverso forme d’espressione straordinarie.”

Ma oltre al tuo sesto senso da artista, su cosa puoi affidarti per essere sicuro di essere sulla strada giusta?

Puoi affidarti alle dritte di chi lavora nel campo tutti i giorni, come il produttore musicale Paolo Rebellato.

Chi è Paolo Rebellato?

Diplomato al SAE Institute di Milano, intraprendendo dapprima il corso di Electronic Music Production e, successivamente, quello di Audio Engineering, consegue con risultati eccellenti il titolo di Bachelor of Arts in Audio Production.

Nel 2013 fonda Moonlike Productions.

Che cos’è Moonlike Productions?

E’ una casa di produzione attiva dal 2014, l’obiettivo è quello di aiutare gli artisti a trovare la loro personalità dal punto di vista musicale, aiutarli a  enfatizzare le loro caratteristiche in un mondo artistico sempre più vasto e sempre più pieno.

immagine_626_bn_21

Qual è il primo passo per incidere il primo brano per un artista?

Qualcuno produce in casa da solo e ci riesce bene (per esempio chi si occupa di musica elettronica), altri meno, fatto sta che registrare in casa è un ottimo punto di partenza per capire i vari processi che portano al risultato finale: prendere confidenza con il microfono, iniziare ad utilizzare i programmi, sono solo una piccola parte di tutto il lavoro svolto dietro ad una produzione musicale.

Quali sono gli attrezzi migliori per registrare in casa?

Quando l’obiettivo finale è un semplice demo oppure l’ascolto della propria voce (es.cantanti) è sufficiente investire in un buon microfono e una scheda audio.

Samson G-Track Microfono a Condensatore USB con Scheda Audio e Mixer Integrati

La spesa si potrebbe aggirare sui 100-200 euro minimo per questi strumenti basilari, nella produzione professionale, in realtà, l’investimento nelle attrezzature non possiede un vero punto di arrivo.

E’ molto importante l’acustica della stanza.

Audacity può essere un buon compromesso per chi cercasse un programma gratuito e semplice per iniziare, soprattutto per non ritrovarsi a scaricare un programma professionale a costi elevati e poi non saperlo usare.

Sicuramente si ha più risparmio in termini economici e di tempistiche affidandosi nelle mani di un professionista.

1[1].jpg

Photo by Alessandra Cirillo

Michael Kors Borsa, Donna, Nero

Angvns Cappotto Blu

Perchè investire nella produzione musicale?

Il compito del produttore è quello di sfruttare le risorse per arrivare ai risultati che vogliamo ottenere.

Un bravo produttore musicale, grazie alla sua esperienza, può raggiungere l’obiettivo massimo dal tuo budget e dal tempo che hai a disposizione.

La differenza dell’homemade è che si è poco preparati, rischiando di investire tanto, in modo sbagliato, senza poi portare a casa il risultato sperato.

Come affrontare i costi della produzione?

E’ la prima domanda che un’artista alle prime armi si pone.

Consiglio agli artisti di pensare alla fine del loro traguardo, dove volete arrivare?

Se la mia ambizione di artista fosse più alta, il mio investimento sarà più alto, quindi è una questione di scelte.

Come si risparmia per comprarsi una bella chitarra, si può risparmiare per investire in una buona produzione musicale.

Come svolgi il tuo lavoro con gli artisti?

Il mio scopo è trovare l’unicità di un artista e trasmetterlo con la sua musica.

Il mio approccio può essere differente in base alla tipologia di artista.

Nel caso si un cantante/cantautore ascolto i loro demo realizzati in casa, individuo le influenze degli artisti e procedo nell’incanalarmi con l’artista in direzione dell’arrangiamento prescelto.

Con l’artista mi occupo di scegliere dove registrare, come e con quale strumentazione, sempre rispettando il budget prestabilito.

Nel caso di un gruppo, l’arrangiamento è già preparato, c’è un’idea già predefinita.

Mi occupo di valutare con loro, come orecchio esterno, cosa funziona e suggerire cosa si può migliorare.

foto_chitarra1

Oltre ad essere un produttore musicale, ti occupi anche di altro..

Prima di tutto sono un musicista.

Lo trovo fondamentale per questo lavoro, mi permette di migliorare gli aspetti tecnici della musica e avendo preso anche lezioni di canto, di aiutare un cantante a dare il meglio sé nella sua interpretazione del brano.

Nonostante questo alcuni produttori , pur non essendo musicisti, sviluppano un orecchio che permette loro di svolgere egregiamente questo mestiere.

Inoltre sono anche un tecnico del suono, quindi, come un regista cinematografico ,mi occupo di assemblare vari parti del progetto su cui lavoro per farlo suonare come si deve.

Il mixaggio è una parte fondamentale, perchè identifica la direzione che prenderà un brano nel mercato musicale.

Puoi saperne di più sul suo sito ufficiale:

http://countgrishnackh.wixsite.com/moonlikeproductions

o sulla sua Pagina Facebook:

https://www.facebook.com/moonlikeproductions/?fref=ts

Aggiungerei una piccolo domanda che credo faccia riflettere.

Se non investite voi su voi stessi, perchè dovrebbe farlo qualcun altro?

Se non credete voi in voi stessi, credete che lo farà qualcun altro?

Pensateci e commentate!

Annunci